Paralisi Ostetrica

Cos’è?
La paralisi ostetrica consiste in un deficit neurologico a carico degli arti superiori.
All’origine di tutto sta un eccessivo stiramento del plesso brachiale durante il parto. Difatti i parti difficoltosi (distocici) e quelli in cui il nascituro è di grosse proporzioni sono maggiormente a rischio per questo tipo di patologia.
Sono generalmente più colpiti i maschi e la lesione è più frequente a destra.


✓ OBIETTIVI DELL’ALLENAMENTO 
L’obiettivo è il recupero del massimo tono e trofismo muscolare e il recupero della massima coordinazione motoria.


☛ ESERCIZI CONSIGLIATI 
Tutti gli esercizi per i pettorali, in particolare con i cavi che permettono una completa adduzione degli arti. Prima deve essere eseguito un esame obiettivo motorio per valutare le direzioni di movimento ancora concesse dalla lesione.
In seguito deve essere valutata la forza residua con cui questi movimenti vengono realizzati.
Infine è consigliabile erogare esercizi a corpo libero o con piccoli pesi e, di fondamentale importanza, l’allenamento dell’addome, del tronco, dei paravertebrali e degli obliqui al fine di recuperare il massimo di simmetria a livello della colonna.



✕ ESERCIZI SCONSIGLIATI 
Esercizi che devono essere eseguiti con una simmetria di movimento e di forza con tutte e due le spalle.


Per informazioni supplementari e allenamenti personalizzati contattatemi via email o whatsapp.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.